asteroide

L’asteroide Apophis si avvicina sempre di più alla terra. La corsa prosegue e il 9 gennaio alle 12:43 ore italiana, l’asteroide raggiungerà la distanza minima di 15 milioni di chilometri dal nostro pianeta, ma senza alcun rischio di collisione.

L’astrologo Gianluca Masi commenta: “Si tratta di una distanza di tutta sicurezza. Va notato però che prima del 2029, anno del passaggio “record”, Apophis non arriverà più vicino cosi a noi.” Questa enorme roccia vagante, larga circa 300 metri, venne scoperta il 19 giugno del 2004. Oltre a quello di questi, Apophis passerà a circa 35mila chilometri dalla terra nel 2029 e poi nel 2036.

Il 10 gennaio alle ore 2:00 e il 21 gennaio alle 23:00 i responsabili del progetto Virtual Telescope mostreranno e commenteranno in diretta web il passaggio dell’asteroide, grazie alla rete di telescopi robotici accessibile via internet.