zara

In seguito a una denuncia di un’associazione locale per la difesa dei diritti dei lavoratori, è stato scoperto in un laboratorio della famosissima catena “Zara” in Argentina che i lavoratori erano trattati come schiavi, tra cui anche moltissimi minorenni che lavoravano dalle 7 del mattino alle 11 di sera senza sosta.

Secondo dei controlli effettuati la scorsa settimana, è emerso che i lavoratori vivevano in pessime condizioni, non avevano documenti e non veniva concesso loro di lasciare il luogo di lavoro senza permesso. Accuse gravissime che se confermate potrebbero creare parecchi problemi all’impero di Ortega e alla reputazione del marchio “Zara”.

Fonte: Ansa.it