beppe grillo

Beppe Grillo non ci sta ed esprime la propria opinione sulla volontà, da parte di alcuni politici, di abolire l’utilizzo del contante all’interno del nostro territorio…

Lo stesso comico genovese, attraverso il suo blog, afferma: “La vicenda cipriota è un’ulteriore smentita delle frottole care alle banche italiane e ai giornalisti ai loro ordini, che blaterano di lotta al contante come battaglia di civiltà. È tutto falso: nessun altro mezzo di pagamento offre pari protezione e uguale garanzia di disponibilità”.

Grillo continua affermando: “Una fine come la Grecia non è certo prossima, ma a medio termine non si può escludere. Di fatto non la escludono i mercati finanziari”. «Cosa significa infatti – si legge sul blog personale di Grillo – uno spread di 300-350 punti ovvero un rendimento dei titoli di stato italiani superiore del 3-3,5% a quelli tedeschi? In qualche modo significa attribuire anche più del 3% di probabilità all’insolvenza dello Stato italiano».

La paura è proprio quella che, con la scusa della mafia e della corruzione, il governo voglia abolire totalmente l’utilizzo del denaro contante per favorire la prosperità e la ripresa delle Banche italiane.