carabinieri

Parliamo di un cittadino 30enne proveniente dal Ghana che lo scorso 10 febbraio ha tentato di compiere una strage all’interno della comunità che lo ospitava. Il Ghanese era arrivato in Italia come rifugiato politico dopo un viaggio lungo migliaia di chilometri con tanto di richiesta d’asilo. A causa del suo carattere è stato trasferito in una comunità, in un centro di recupero. E proprio all’interno di questa comunità che il ghanese ha dato il peggio di se aggredendo con un coltello alcuni “colleghi” tutti stranieri.

Una volta intervenuti i carabinieri il ragazzo ha reagito ancora più violentemente rischiando di accoltellare uno di loro. Grazie ad ulteriori rinforzi sono poi riusciti a bloccarlo e a portarlo in carcere.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here