lavoro

Nelle imprese manifatturiere il numero di occupati è sceso del 10% e le imprese italiane saranno costrette a tagliare altri posti di lavoro nei prossimi giorni. Questa crisi può già contare il licenziamento di circa 539mila persone dal 2007 al 2012.

L’Italia rimane comunque la settima potenza industriale, ma la produttività è messa a rischio a causa dal calo della domanda. La crisi ha già causato la distruzione del 15% del potenziale manifatturiero italiano. Nel quadriennio che va dal 2008 al 2012 sono circa 55mila le imprese cessate. A marzo 2013 lo stock dei prestiti era inferiore del 5,5% rispetto al settembre 2011 con una perdita di 50 miliardi di euro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here