Le donne saudite saranno ancora più controllate dagli uomini. Dopo il divieto di votare, di guidare e di camminare da sole in strada, arrivano per loro anche delle misure restrittive nel caso in cui decidessero di lasciare il paese. Il governo di Riyad ha stabilito che nel caso le donne provassero a partire i loro tutori legali, mariti, padri o fratelli verranno avvisati con un sms sul loro cellulare, anche nel caso in cui siano accompagnate. La notizia è stata diffura su Twitter da Manal Al Sharif,  attivista saudita nota in tutto il mondo per la sua battaglia per ottenere il diritto delle donne di guidare. L’unico spazio su cui le donne saudite hanno ancora libertà è sulla rete, Twitter in testa, dove le più coraggiose denunciano le restrizioni del governo e dove rivendicano i propri diritti.