equitalia

Equitalia ancora nella bufera, dopo che la Guardia di Finanza ha perquisito gli uffici dei funzionari delle sedi di Roma, Tivoli, Latina, Napoli e Venezia, ipotizzando reati di corruzione. La Codacons, l’associazione per la difesa dei diritti del consumatore, ha deciso di costituirsi parte civile al procedimento per usura aperto sempre dalla Procura di Roma contro Equitalia. L’obiettivo è quello di valutare e rappresentare un’azione legale di massa da parte dei contribuenti vessati.

“Da anni denunciamo interessi altissimi sui debiti e balzelli vari, che fanno lievitare gli importi richiesti da Equitalia attraverso le cartelle esattoriali. Spesso a fronte di un debito non pagato di pochi euro, come ad esmpio una multa stradale, i cittadini si vedono richiedere centinaia di euro, con ricarichi astronomici rispetto alla somma dovuta inizialmente.

Finalmente la magistratura ha deciso di fare chiarezza sui tassi applicati dall’ente incaricato della riscossione dei tributi: “Ci auguriamo che l’inchiesta evidenzi la piena correttezza dell’operato di Equitalia, ma se così non fosse avvieremo una costituzione di massa da parte dei cittadini per consentire loro di chiedere il giusto risarcimento danni”.

Fonte: www.ilnord.it

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here