fabiana

L’assassino di Fabiana, nel corso dell’interrogatorio ha raccontato di come la ragazzina avesse lottato fino alla fine per sottrarsi alla morte: “Ha cercato di togliermi la tanica dalle mani nonostante l’avessi accoltellata più volte!“. Sono delle dichiarazioni scioccanti che hanno lasciato tutti senza parole. La mamma della giovane ragazza, durante un colloquio con l’arcivescovo di Rossano ha ribadito più volte il fatto che sua figlia ha diritto alla giustizia.

La lite tra i due ragazzini secondo l’interrogatorio sarebbe scoppiata per motivi di gelosia, e il giovane ragazzo dopo essere stato respinto in seguito a una sua richiesta di consumare un rapporto, l’ha aggredita e accoltellata più volte, tornando successivamente con una tanica di benzina per darle fuoco.

Lei capendo le intenzioni del ragazzo, con tutte le sue forze nonostante le ferite si è gettata addosso con l’intento di rovesciare il contenuto per terra, ma esausta e indebolita è caduta a terra, e qua l’assassino ha completato il suo macabro omicidio dandole fuoco.

E’ un racconto raccapricciante quello fatto dal ragazzino davanti ai carabinieri che ha ammesso di aver ucciso la sua fidanzata per gelosia. In città, tutte le persone lo hanno descritto come un tipo irrequieto, a tratti violento capace di azioni eclatanti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here