bolletta

Una famiglia di Dolo si è vista recapitare una bolletta del gas da 11.000 euro. L’uomo ha subito deciso di rivolgersi ad un legale per capire come era il caso di procedere. L’avvocato è giunto a una prima conclusione ossia evitare il distacco del contatore e ottenere un riconteggio del reale consumo fatto dall’uomo.

Tutto iniziò nel 2009 quando nell’abitazione dell’uomo venne sostituito il vecchio contatore con uno nuovo. Sembrerebbe che la bolletta si riferisca a un conguaglio per il periodo che va da settembre 2009-novembre 2012.

La stessa situazione l’ha vissuta una famiglia padovana, che ha ricevuto una bolletta di 11.880 euro, in virtù di un riconteggio che va da febbraio 2008 a febbraio 2013.

Stessa sorte pare sia toccata anche a Renato Tucci (nel 2010), commerciante di Caronno Pertusella il quale ha ricevuto 6 bollette nel giro di 10 giorni per un importo totale di 11.000 euro. Guardacaso la stessa cifra degli altri due casi. A questo punto evidentemente i fornitori preferiscono addebitare consumi presunti invece che utilizzare le letture reali.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here