Beppe Grillo sull'Etna, comizio a 2000 metri

Grillo come si sa è sempre stato contro le tv e contro i giornalisti, accusati di diffamare il suo M5S: “In Italia ci sono 7 televisioni nazionali, di cui 3 sono pubbliche ma in mano ai partiti, 3 di Berlusconi e 1 di Cairo ex dipendente di Berlusconi. Queste Tv ogni giorno diffamano il M5S, primo movimento nazionale, primo in 50 province alle ultime elezioni.

L’Italia è 69° nel mondo per libertà di informazione preceduta da paesi Africani e Asiatici che sono in grado di darci lezioni di democrazia. ” Poi si scaglia contro i giornalisti, accusati di essere delle pedine, inconsapevoli, di una dittatura che non usa proiettili, ma la denigrazione, la diffamazione per la distruzione mediatica dell’avversario.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here