carabiniere giangrande

ROMA – Il carabiniere Giangrande, ricoverato a Roma da diversi giorni dopo l’attentato a Palazzo Chigi, resta attualmente in prognosi riservata per ancora 2 giorni seppur sia cosciente e in respirazione assistita..

Ciò che però fa enormemente piacere sono le parole di un parente di Giangrande secondo cui sono stati rilevati dei piccoli movimenti per quanto concerne le spalle, la testa e persino le braccia.

Il brigadiere, colpito da un proiettile, probabilmente la settimana prossima verrà trasferito a Imola dove potrà iniziare la riabilitazione.