luca-stufetti

IMPERIA – Si chiama Luca Stuffetti, ed era il titolare dell’azienda “Chimica Imperiese”. Si è tolto la vita gettandosi sotto un convoglio ferroviario. In un primo momento sembrava che il folle gesto fosse dovuto a problemi personali, ma successivamente è emerso che l’imprenditore aveva dei problemi con delle banche che gli avevano chiesto un rientro di liquidità che l’uomo non poteva effettuare nonostante vantasse dei crediti, ma i suoi clienti non pagavano le forniture a loro volta afflitti dalla crisi del commercio.

Da un paio di anni, racconta il suo amico Giuseppe Fossati, attraversava una vita affettiva stabile e serena, gli unici problemi che lo assillavano erano quelli economici. Luca lascia una bambina di 9 anni e una compagna con cui conviveva.

Un effetto domino che ha spinto al suicidio circa 50 piccoli imprenditori e artigiani dall’inizio dell’anno. Per solidarietà, i commercianti di Imperia hanno chiuso le saracinesche per 5 minuti.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here