banca

La Banca centrale europea ha dato l’ultimatum a Cipro. Se non si arriverà a un accordo con l’Unione Europea e il Fondo monetario internazionale entro lunedì, sospenderà la fornitura di liquidità di emergenza dalla quale le banche cipriote, soprattutto le due più grandi, dipendono per la loro sopravvivenza.

Il consiglio della Bce, che si è riunito mercoledì sera, ha scelto la linea dura dopo che il parlamento cipriota ha bocciato un precedente accordo che comprendeva una tassa sui depositi bancari, e il Governo di Nicosia si è rivolto alla Russia per negoziare un piano di aiuti alternativo.

Il consiglio della Bce ha dichiarato in un comunicato che manterrà la fornitura di liquidità solo fino a lunedì e in seguito la sospenderà in mancanza di un accordo.