Vienna – Ha ucciso e fatto a pezzi il marito e il successivo compagno. Oggi a Vienna è iniziato il processo a Goidsargi Estibaliz  Carranza Zabal, una 34enne di origini spagnole rea confessa dei due omicidi commessi nel 2008 e 2010. Soprannominata dalla stampa “il killer dalla faccia d’angelo” rischia una condanna all’ergastolo da scontare in un istituto psichiatrico. Caranza Zabal ha ucciso a colpi di pistola, tagliato a pezzi con una motosega e poi nascosto sotto uno strato di cemento i corpi dei due uomini. Durante un ristrutturazione dell’edificio, nel 2011, i muratori avevano trovato i corpi dei due uomini per caso. L’omicida, che avrebbe subito maltrattamenti dal padre-padrone fin dall’infanzia, e dalle due vittime, era fuggita per poi essere scoperta e arrestata in Italia, incinta di due mesi del nuovo compagno, che ha poi sposato in carcere.