REGNO UNITO – Era l’aprile del 2011. Tina Nash ricorda bene quel giorno, perchè fu quel giorno che visse il suo incubo peggiore. Inizia una lite con il suo compagno Shane Jenkin che nella foga la colpisce al volto, facendole perdere i sensi. Poi un attimo di follia, Shane estrae gli occhi di Tina dalle orbite con le mani nude prima che lei si risvegliasse. Quando Tina riprende coscienza, l’orrenda scoperta con l’uomo che continua a torturarla per ancora 1 ora, prima di permettere al figlio di chiamare i soccorsi. Quando la polizia è arrivata sul luogo ha raccontato di aver visto la scena più agghiacciante e brutale mai vista. Adesso Tina attraverso un libro “OUT OF THE DARKNESS” racconta la sua vita prima e dopo l’incidente, che l’ha privata della vista e di una vita normale. Il suo occhio sinistro è stato sostituito con una protesi realistica, cosi come avverrà nell’occhio destro nei prossimi mesi. “Appena h saputo che sarei rimasta cieca, avrei voluto morire”. Intanto Shane è stato condannato all’ergastolo che sta scontando in un ospedale psichiatrico.