scuola

Questo è ciò che si legge nella bozza sulla riforma del mercato del lavoro redatta da Monti e dal pool di economisti candidati nella lista “SCELTA CIVICA”. Nel documento si legge che andrebbe ipotizzata una riforma del calendario scolastico in modo da limitare ad un mese le vacanze estive, sulla base della partecipazione delle famiglie.

Questa misura, si legge sempre nel documento, non vuole andare ad aggravare il lavoro degli insegnanti, ma rendere moderno un sistema che penalizza i genitori lavoratori. Voi che ne pensate? Diteci la vostra.