La Nestlè, famosissima multinazionale che si occupa del commercio di alimentari (cereali, cacao in polvere, etc) in tutto il mondo, è stata coinvolta in un inaspettato allare incentrato su uno dei prodotti top, il Nesquik.

La bevanda amata e utilizzata da milioni di bambini in tutto il mondo, sarebbe a rischio di salmonella a causa della contaminazione di una parte di carbonato di calcio usato per la preparazione del prodotto; seppur non ci sia nessun stato caso chiaro, la Nestlè ha preferito ritirare dal mercato tutte le confezioni messe in vendita dall’inizio del mese scorso.

Ovviamente per l’Italia non è arrivato alcun comunicato stampa, quindi potete stare tranquilli e continuare a consumare il Nesquik.