è severamente vietato l'ingresso agli zingari

Questa è una notizia che sta sconvolgendo tutta l’Italia e più precisamente le varie comunità di ROM che vivono all’interno del nostro Paese..

Fuori da un panificio, situato nella zona Truscolano di Roma, è stato appeso un cartello un cartello con questo comunicato: “È severamente vietato l’ingresso agli zingari”. A denunciare il fatto è stata l’Associazione 21 luglio che ha paragonato quest’episodio alla discriminazione razziale verso gli Ebrei e all’Apartheid.

Il cartello, dopo varie segnalazioni, è stato rimosso ma il danno ormai è stato fatto: l’associazione ha infatti deciso di inviare una lettere al presidente Napolitano in cui si chiede di intervenire per poter arginare questo fenomeno.
Ecco le parole della lettera “Si esprime profonda preoccupazione per il livello di conflittualità e ostilità che si registra nei confronti delle comunità rom e sinte e per l’emergenza democratica e civile che attraversa il nostro Paese”.

Non si sa con precisione quali sono le misure che il presidente Napolitano adotterà a riguardo ma, con molta probabilità, arriveranno censure soprattutto all’interno dei social network come ad esempio Facebook.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here