pugile di 17 anni muore in diretta tv

THAILANDIA – Aveva solo 17 anni e si chiamava Tubagus Sakti: era un pugile al suo sesto incontro ed era impegnato contro Ical Tobida, atleta di 11 anni più grande e con grande esperienza.

Nonostante la differenza il giovane si è difeso come ha potuto almeno fino all’ottavo round quando ha ricevuto un attacco che l’ha costretto ad arrendersi. L’arbitro ha sancito la vittoria di Tobida il quale ha colpito altre due volte il ragazzo che è caduto sul ring in preda a convulsioni.

Una volta portato nella struttura ospedaliera, Tubagus è deceduto per un’emorragia cerebrale. Ed ora nel paese è polemica con l’arbitro, colpevole di non aver interrotto il combattimento e con l’avversario, colpevole di avergli dato diversi pugni nonostante il match fosse terminato.

Ecco il video incredibile: