schiaffo

Uno schiaffo dato al figlio di sei anni costerà caro al padre e servirà più di lezione a lui che al piccolo. Infatti l’uomo è stato condannato ad un mese, pensa sospesa, per abuso dei mezzi di correzione. Ed è stato condannato anche a pagare un risarcimento alla madre del bambino, nel frattempo diventata sua ex moglie.

L’episodio risalirebbe al 2009 in un centro della Valdichiana aretina. In casa, nel momento dello schiaffo, c’era un altro figlio dell’uomo avuto da un precedente matrimonio. A notare qualcosa che non andava, soprattutto quel segno rosso sulla guancia del bambino è stata la mamma che ha chiesto conto al marito dell’accaduto. Lui si sarebbe giustificato dicendo che il bambino, che allora faceva la prima elementare, non voleva esercitarsi a leggere.

Il bambino tra l’altro, turbato per l’accaduto, non era andato a scuola per alcuni giorni. La mamma del piccolo che due anni dopo lo schiaffo si è separata dal padre, si è costituita parte civile e in quella veste ha ottenuto il risarcimento disposto dal giudice.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here