cose-da-sapere-trasferirsi-estero

ROMA – La situazione in Italia è divenuta insostenibile ed ecco che molte famiglie italiane decidono di cambiare aria, per poter cercare di vivere in maniera più dignitosa..

E’ questo il caso di una famiglia che, oppressa dalle tasse e dal poco lavoro, decide di chiudere bottega e di trasferirsi all’estero. Il papà decide quindi di inviare una lettera a Beppe Grillo per informare tutti dell’attuale situazione in Italia.

“Caro Beppe,
dopo averti strasostenuto da sempre, orgogliosamente votato e fatto tutto ciò che era in nostro potere per sostenere te e il MoVimento, purtroppo siamo costretti a lasciare l’Italia. Abbiamo aspettato e sperato fino all’ultimo. Non ce la facciamo più ed io in primis, stroncato da tasse e poco lavoro, o mi suicido o vado verso un Paese che mi offre stipendio e vita più agevole. L’Inghilterra. Nel giro di 15 giorni avevo mandato dei curriculum, sostenuto 3 colloqui via skype e firmato il contratto di lavoro a tempo indeterminato del posto che ho scelto.

La mia famiglia si unirà a me il prima possibile. Continueremo a sostenere e votare il M5S a vita, finchè non spazzerà via tutto il marciume che ci ha condotto a questi punti. Lasciamo a malincuore l’amata Liguria e siamo sicuri che prima o poi le cose cambieranno, per noi il tempo però era scaduto. Con immutato affetto, da Rapallo.” Antonio Stefania e Jacopo (che a 9 anni sa già per chi votare)

Fonte:beppegrillo.it

13 Commenti

  1. Lasciare la propria città è molto duro e ti segna anche se può essere motivo di crescita e cmq una scelta temporanea. Sono emigrata anche io ma all’interno dell’Italia e so quanto sia duro. Tutta la mia solidarietà a questa famiglia.
    Il punto vero è che cosa ha fatto Grillo per cambiare le cose nel momento in cui tanti gli hanno dato fiducia. Mi sarei aspettata una conclusione del tipo: sono in dubbio sul votarti la prossima volta, visto che finora il movimento si è autoescluso dalla possibilità di intervenire concretamente nelle scelte politiche.

  2. La storia di Grillo che poteva fare e’ vecchia… Ormai la puoi cantare in tutti i modi,ma la gente ha capito cosa e’ successo e la prossima volta avrà ancora più voti,compreso il mio!

  3. fulvia deve essere emigrata x 3 giorni x parlare così…..x un solo weekend, altrimenti saprebbe che ne Grillo ne il M5s hanno alcuna responsabilità sulla situazione attuale…!!! altrimenti saprebbe che il M5s non è nelle condizioni di poter cambiare le cose perché gli viene impedito dai partiti che tutto vogliono tranne che il bene dei cittadini…!!se così fosse avrebbero appoggiato le proposte di legge presentate dal M5s sul credito agevolatissimo alle piccole imprese e al reddito di cittadinanza che sono le uniche e reali priorità per far ripartire l’Italia. io la prossima volta voterò ancora con più convinzione ed entusiasmo il M5s perchè è chiaro che gli altri partiti eseguono gli ordini della germania e così facendo coleremo a picco rischiando di finire nel caos peggio della grecia…!!!

  4. quando sono andato a lavorare in svizzera avevo 16 anni oggi ne ho 59.non mi e mancato niente per tutti questi anni. ma se tornerei indietro non lascerei mai il mio paese.pane e cipolle ma a casa mia. se si vuole cambiare qualcosa si deve vivere in italia.

  5. per pd,e pdl il m5s è un pericolo e per difendersi diffondono la voce che m5s non fa nulla per l’italia…..il guaio è che molti italiani abboccano……..nulla di più falso, il m5s propone leggi ed emendamenti ma i due estremi (pd e pdl) oggi si sono coalizzati per contrastare il m5s e quindi disponendo della maggioranza riescono a mantenere i loro privilegi a spese del popolo. l’unica speranza è che alle prossime elezioni il m5s riesca a ottenere la maggioranza e quindi ad agire per il nostro bene. io sono convinto che sintanto saremo gestiti da pd e pd le cose o rimarranno come sono o peggioreranno . forse è più probabile che peggioreranno e non credo proprio che ci sia qualcuno che possa dimostrarmi il contrario. ! ! !

  6. ho 78 anni,una moglie e l’ultimo figlio è appena quasi diciottenne e, siccome non ho nessuna intenzione di tirare i remi in barca, sto operando anch’io per andarmene dall’italia per garantire la nostra sopravvivenza e un futuro al mio ultimo figlio. ci sono molte nazioni ove con la mia pensiione possiamo vivere bene, dignitosamente e senza dover combattere ogni mese con spese, bollette ecc,ecc, e non riuscire sistematicamente ad arrivare a fine mese.

  7. Avrei voluto andare via all’estero,dopo tanti anni passati fuori dall’italia e rientrato dopo circa 20 anni di sacrifici per potermi costruire una casa ,purtroppo la mia salute non e tanto buona,Una delle tante storie di pensionato precario che cerca di sopravvivere. Non ce la faccio proprio ad andare avanti,non ho più di che far la spesa e di dare da mangiare alla famiglia,,mi staccano la luce,rimedio i soldi e mi staccano l’acqua e poi le tasse ingiuste da pagare e se non si pagano si rischia di rimanere senza casa dopo una vita di sacrifici per la costruzione di una abitazione decente fuori dal paese e lontano dal centro abbitato,e la povertà continua ad un isolamento bestiale ,come un cane randagio cerco di rimediare portando a casa qualcosa da mangiare cerco invano qualche lavoretto per poter rimediare qualche spicciolo ma alla mia età 68 anni pieno di acciacchi e malattie come bronchite,fegato ingrossato,mal di schiena,pressione bassa ecc,mi resta solo….

  8. Io non ho votato B.Grillo. Pero’ anch’io sono di Rapallo e sono 2 anni che lavoro in Francia!

  9. Dal 1870 al 1970 ventisette milioni di italiani hanno lasciato la patria per cercare condizioni di vita degne di un uomo. Comprendendo i discendenti, sono 50 milioni i cittadini di origine italiana nel mondo. A parte il fatto che facciamo gli schizzinosi alla presenza degli extracomunitari presenti in Italia, di cosa dobbiamo stupirci dunque…dobbiamo incazzarci perchè questo sistema economico, ricco, libero e globale, per sua entrinseca struttura sociale non riesce a garantire a tutti i suoi figli condizioni di vita dignitose, dobbiamo incazzarci perchè se ci sono i poveri è solo perchè ci sono i straricchi..dobbiamo incazzarci perchè la migrazione non è volontà dello spirito santo ma da scelte economiche e politiche….

  10. Oggi,l’amata terra è un ricordo di chi ha voluto questa societá ed ha vissuto con la complicitá di una mediocre classe politica da cicala e non da formica. Oggi esiste una societá globale,un’economia globale si va dove esiste il lavoro non bisogns essere fermati dai preconcetti e dal mutuo della casa,desiderio degli italiani. Un giorno si potrá ritornare al proprio paesello,ma avendo una certezza del futuro. Grillo non potrá risolvere i problemi che il mondo oggi ci offre,cavalca una protesta,che se pur giusta,non avendo lui ed il snuo mentore la cultura per affrontarla finirá nel nulla. Abbiamo sbagliato prima noi con i nostri figli e nipoti dando loro quello che che desideravano,non dobbiamo dare solo la colpa ai politici,essi sono il nostro frutto che li abbiamo votati.

  11. Anche io sono in romania xchè da quando sono andato in pensione non arrivo a fine mese , qua si vive bene e si sta bene .

  12. Sono figlia di emigranti nata all’estero e venuta in Italia da grande…
    Ho vissuto in diversi paesi anche nei cosiddetti ‘terzo mondo’ e finora non ho trovato un paese dove posso dire …’in fondo l’Italia e meglio’
    Mi sono ripromessa che prima di morire voglio vedere un Italia rinnata…
    Erano anni che non votavo più perchè non c’era nulla da votare ma poi ho pensato…diamo forza a Grillo….
    purtroppo se non si aumenta a votare chi lotta per noi e lo sta dimostrando, non riusciremo mai e poi mai a liberarci di quei parassiti che hanno portato l’Italia allo sfacelo….

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here