gay

Picchiato brutalmente perchè “gay”. L’aggressione violenta è avvenuta nei confronti di un uomo che era in attesa del proprio compagno a una fermata della metrapolitana a Roma. L’uomo ha denunciato il fatto sul portale www.lafenicegay.com descrivendo nei minimi dettagli quanto accaduto accompagnata dalla foto del proprio volto tumefatto. La denuncia ha cominciato a girare sul web e sui social network con la richiesta di una legge contro l’omofobia.

Ecco il racconto della vittima: “Seduto su una panchina vicino alla fermata della metro, mi sento rivolgere la parola: “scusa hai una sigaretta?” Io non distolgo il mio sguardo dal taccuino su cui stavo scrivendo e con garbatezza ho risposto: “Mi dispiace non fumo!”. L’individuo allora mi risponde: “Beh che stai a fare qua seduto da solo a quest’ora?” e io risposi: “sto prendendo degli appunti frattanto che aspetto il mio compagno!”. E qua scatta la furia ceca dell’individuo che cambia tono di voce e in maniera minacciosa mi dice: “Allora tu sei un finocchio? Un froc*o di merd*!”. Non ho fatto neanche in tempo ad alzare lo sguardo che un pugno centra il mio occhio destro fracassandomi l’arcata sopraccigliare. Attontito dal dolore mi sono chiuso a riccio e altri 3 pugni mi hanno colpito al naso, alla nuca e ancora al viso. Subito dopo sono arrivati altri due individui che si sono avvicinati all’aggressore e fieri del gesto si sono complimentati: “Gliele hai suonate bene, andiamo via prima che arrivi qualcuno….hai fatto bene fratello….sto rotto in cul*!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here